La cultura
dell'incontro

Perdono medicina dell’anima

«Le malattie dell’anima vanno guarite, e la medicina è chiedere il perdono». 

Lo ha detto papa Francesco nel corso dell’omelia della messa mattutina a Casa Santa Marta. 

Ha spiegato il Papa che «Gesù guariva, ma non era un medico. Insegnava, ma era di più un maestro». 

«Le malattie dell’anima – ha aggiunto – vanno guarite, e la medicina è chiedere il perdono».

Il Pontefice ha ricordato i passaggi del Vangelo in cui Gesù guarisce il paralitico e perdona la donna peccatrice. In entrambi i casi il Nazareno dice: «Ti sono perdonati i peccati». E questo scandalizza i presenti, perché l’unico a poter perdonare è il Signore.

«La guarigione fisica – ha sottolineato – è un dono che noi dobbiamo custodire. Ma il Signore ci insegna che anche la salute del cuore, la salute spirituale dobbiamo custodirla».

In questo modo papa Francesco ha voluto spiegare che «l’essenziale della vita è il nostro rapporto con Dio». 

E ha chiesto: «Ci diamo tanto fare per la nostra salute fisica, diamo consigli sui medici e sulle medicine, ed è una cosa buona, ma pensiamo alla salute del cuore?».

A tale proposito Bergoglio ha osservato che, a volte, si pensa di non avere peccati da confessare. Perché «manca la coscienza dei peccati». Ma Gesù sa e ad ognuno di noi dice: «Io voglio perdonarti i peccati».

«L’essenziale – ha ribadito – è la salute, tutta: del corpo e dell’anima. Custodiamo bene quella del corpo, ma anche quella dell’anima. E andiamo da quel Medico che può guarirci, che può perdonare i peccati».

«Gesù – ha concluso Francesco – è venuto per questo, ha dato la vita per questo».

Antonio Gaspari
Direttore Orbisphera
www.orbisphera.org
antonio.gaspari@orbisphera.org

17 gennaio 2020 Indietro

Condividi